venerdì 27 aprile 2012

Via i punti dalla patente anche in bici?



Ai sensi dell’articolo 3, comma 48 – 1 e 2 della Legge sulla sicurezza approvata l’8 agosto del 2009 “nell’ipotesi in cui ai sensi del presente codice, è disposta la sanzione amministrativa accessoria del ritiro, della sospensione o della revoca della patente di guida e la violazione da cui discende è commessa da un conducente munito di certificato di idoneità alla guida di cui all’articolo 116, commi 1-bis e 1-ter, le sanzioni amministrative accessorie si applicano al certificato di idoneità alla guida secondo le procedure degli articoli 216, 218 e 219. In caso di circolazione durante il periodo di applicazione delle sanzioni accessorie si applicano le sanzioni amministrative di cui agli stessi articoli. Si applicano, altresì, le disposizioni dell’articolo 126-bis. 2. Se il conducente è persona munita di patente di guida, nell’ipotesi in cui, ai sensi del presente codice, sono stabilite le sanzioni amministrative accessorie del ritiro, della sospensione o della revoca della patente di guida, le stesse sanzioni amministrative accessorie si applicano anche quando le violazioni sono commesse alla guida di un veicolo per il quale non è richiesta la patente di guida. In tali casi si applicano, altresì, le disposizioni dell’articolo 126-bis».
La ratio della norma, con riferimento all’utente ciclista, era quindi molto chiara: il Legislatore estendeva così la punibilità con la conseguente sottrazione dei punti se si era in possesso di una qualsiasi patente di guida, anche a tutti quelli che guidavano una bicicletta o magari un carro trainato da cavalli.
Questo naturalmente ed inetivitabilmente andava a creare una palese ed evidente disparità di trattamento tra i ciclisti di volta in volta sanzionati perché era sanzionabile chi possedeva la patente di guida con la decurtazione dei punti mentra lo era con la sola sanzione amministrativa chi non ne era in possesso.
La sanzione accessoria della decurtazione dei punti (oltre a quella amministrativa comunque applicata) poteva altresì consistere anche in sospensione della patente di guida a seconda dell’infrazione commessa alla guida del velocipede (es. guida in stato di ebrezza).
Si sono così susseguite vere e proprie battaglie di ricorsi nei vari gradi di giudizio con ricorsi presentati dai ciclisti sanzionati che adducevano anche motivi di incostituzionalità della norma con riferimento alla legittimità costituzionale dell’art. 219 C.d.S. in contrasto con gli articoli 3 (uguaglianza), 24 (diritto alla difesa) e 97 (imparzialità della Pubblica Amministrazione).
Il Giudice di Pace di Verona, cui un ciclista sanzionato si era rivolto per ottenerne il riparatorio annullamento, sollevava pertanto questione di legittimità costituzionale della norma suindacata e rimettava gli atti alla Corte.
La Corte Costituzionale, con l’ordinanza n. 201 del 6 luglio 2011, in punto di diritto “precisato che «la decurtazione dei punti della patente e' una sanzione che colpisce la persona», ritiene che la disposizione impugnata si ponga in contrasto con gli artt. 3, 24 e 97 della Costituzione;
che, in particolare, l'art. 219-bis, comma 2, prevederebbe una «disparita' nell'applicazione» della sanzione amministrativa personale - (costituita dalla decurtazione dei punti) - «tra conducenti di veicoli per i quali non vi e' l'obbligatorieta' dell'abilitazione alla guida, come nel caso in esame tra ciclisti che, pur violando una stessa norma del C.d.S., vengono sanzionati in modo difforme a seconda che siano o meno titolari di documento di guida», dal momento che, a fronte di una medesima violazione, il possesso dell'abilitazione alla guida «non puo' comportare una diversa e piu' pesante sanzione rispetto a chi non l'ha ottenuta»;
che la norma violerebbe, altresi', l'art. 24 della Costituzione, sotto il profilo della tutela del diritto alla difesa, perche' non prevede «alcun ricorso avverso la automatica decurtazione dei punti»;
che e' intervenuto nel giudizio il Presidente del Consiglio dei ministri, rappresentato e difeso dall'Avvocatura generale dello Stato, chiedendo che la questione sia dichiarata inammissibile, per essere stata la norma impugnata abrogata dall'art. 43, comma 2, lett. b), della legge 29 luglio 2010, n. 120 (Disposizioni in materia di sicurezza stradale).
Considerato che il Giudice di pace di Verona dubita della legittimita' costituzionale dell'art. 219-bis, comma 2, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada) - introdotto dall'art. 3, comma 48, della legge 15 luglio 2009, n. 94 (Disposizioni in materia di sicurezza pubblica) - nella parte in cui prevede «l'applicazione delle sanzioni amministrative accessorie del ritiro, sospensione o revoca della patente di guida per chi commette violazioni» del codice della strada «conducendo un veicolo per cui la patente non e' richiesta» e nella parte in cui stabilisce «che trovano altresi' applicazione le disposizioni di cui all'art. 126-bis [del codice della strada], in materia di patente a punti», per violazione degli artt. 3, 24 e 97 della Costituzione; che, successivamente all'ordinanza di rimessione, la norma censurata e' stata abrogata dall'art. 43, comma 6, della legge 29 luglio 2010, n. 120 (Disposizioni in materia di sicurezza stradale), con decorrenza dal 30 luglio 2010;
che, a prescindere dai molteplici profili di inammissibilita' della questione, per l'assoluta carenza di motivazione in punto di rilevanza e per l'omessa motivazione circa la asserita violazione dell'art. 97 Cost., occorre restituire gli atti al giudice rimettente, perche' operi una nuova valutazione della rilevanza e della non manifesta infondatezza della questione (ex plurimis ordinanze n. 145 e n. 38 del 2010)”.
Pertanto alla luce di quanto sopra permane in capo al ciclista, essendo il conducente di un veicolo, l’obbligo di attenersi scrupolosamente alle disposizione del Codice della strada; in caso di infrazioni commesse alla guida del proprio velocipede allo stesso potrà essere inflitta la sanzione pecuniaria prevista dalla norma ma non potrà essergli applicata la decurtazione dei punti della patente.

giovedì 26 aprile 2012

G.F. del Durello

 
 Ecco i ns. atleti iscritti per la manifestazione ma, visto il precedente delle tessere Udace/Acsi, riusciranno i nostri prodi a partire dalla griglia assegnata senza incorrere in tempeste da parte dei giudici e/o C.O.???
 

martedì 24 aprile 2012

Trofeo Tamburino Sardo

Mercoledì 25 aprile a Pozzomoretto và in scena la XVII edizione di questa gara di MTB organizzata dal MTB Villafranca. Le iscrizioni si ricevono solo al mattino prima della gara.

lunedì 23 aprile 2012

Domenica 22 - resoconti...

Alla Prosecchissima 2012 per il ns. gruppo arrivo in gruppo dei tre sopravissuti alle oltre quattro ore di fango.
Il colmo é che dopo aver concluso la gara per i tre atleti si prospetta la possibilità di squalifica per non aver rispettato la nuova griglia di partenza assegnatagli dal C.O. (ultima griglia per cicloturisti a seguito caos tessere Udace/Acsi).
Nel video di seguito potete gradire cosa c'era ieri a Miane nel percorso della gara.
Alla G.F. Citta di Vicenza, gara graziata dal meteo, con circa un migliaio di partecipanti tutto fila liscio tranne purtroppo per un grave incidente accaduto nella discesa dopo M.te Berico dove 4 ciclisti si sono toccati e per uno di loro purtroppo i medici del S.Bortolo si sono riservati la prognosi dopo un lungo intervento per la rimozione di un ematoma al cervello. Bene la gara per i ns. che si conclude in maniera più che onorevole.
Foto ufficiali della giornata.
Questo di seguito il video della partenza.

... e per finire... Trofeo Alpini Sona, ovvero SPETTACOLO!!!
Come in tutte queste occasioni, dove la presenza del gruppo degli atleti del Pedalò é a scopo puramente benefico, ci presentiamo come MAISTRAKI unitamente a numerosi altri atleti dei Team del nord-Est veronese. Risultato finale ben 62 iscritti che ci permettono di strappare il premio di gruppo più numeroso, ma sopratutto di garantire alle Penne Nere un contributo di solidarietà. Da parte nostra inoltre vogliamo fare a tutto il Gruppo Alpini del comune di Sona e all'A.S.D. VeronaBike i complimenti per la perfetta organizzazione, ovvero: percorso ottimamente segnalato, lavaggio bici, colazione, ristoro finale ad abbundantia, lotteria e pacco gara per tutti i partecipanti e i numerosi trofei e coppe assegnate ai vari vincitori di categoria, alla faccia della garetta amatoriale!!!
Foto Max 
Foto ufficiali

venerdì 20 aprile 2012

Gare Domenica 22/04

Il Team per domenica sarà diviso su tre campi diversi, parte dei champions della MTB saranno di scena a Miane per l'edizione 2012 della Prosecchissima, mentre due stradisti saranno presenti alla G.F Città di Vicenza. Tutti gli altri parteciperanno invece alla manifestazione a fine benefico organizzata dal Gruppo Alpini di Sona.

martedì 17 aprile 2012

Udace/Acsi.. novità???


Riporto a seguito il comunicato presente sul sito del Miane Bike Team  organizzatore della Prosecchissima gara in programma domenica 22 aprile:

AVVISO IMPORTANTE - Tesserati UDACE
 
di lunedì 16 aprile 2012
A seguito del comunicato numero 7 del 12 aprile 2012 della Consulta Nazionale del Ciclismo, si comunica che per le prossime manifestazioni organizzate dalla FCI ed aperte agli enti, potranno essere ammessi anche i tesserati UDACE solo se in possesso di tessera ACSI riportante l'indicazione "CICLISMO".

Padova, 16 aprile 2012
I tesserati UDACE non provvisti di tessera ACSI riportante l'indicazione CICLISMO possono partecipare alla Prosecchissima come escursionisti usufruendo di tutti i servizi di gara, compresa la classifica generale (non di categoria).

Che sia finalmente questa la svolta definitiva della tanto agoniata (per noi amatori) disputa tra la CNC e l'UDACE? Speriamo, poiché per ora non ho trovato alcun comunicato ufficiale in tal senso.

lunedì 16 aprile 2012

Granfondo Garda/Pezzo

Ieri a Garda si é svolta, nonostante il meteo inclemete carattertizzato da una pioggia battente che ha reso il fondo fangoso e particolarmente viscido, la G.F. Paola Pezzo. Gli iscritti alla gara erano 2.150 , sicuramente meno i partenti visto le numerose defezioni di quanti hanno preferito non correre rischi, mentre all'arrivo si contano comunque ben 1398 atleti a cui vanno naturalmente i complimenti per aver saputo portare a termine la gara nonostante le difficoltà trovate sul percorso.
Dei ns. solo il mitico Francesco si é presentato ai nastri di partenza agguantando un sicuro buon risultato. Tutti gli altri sembra abbiano dato forfait per evitare di ingrassare troppo con le paste quanti interverranno giovedì alla solita riunione in sede...
MELLINI FEDERICO  NON PERVENUTA
SALGARO DAMIANO NON PERVENUTA
SANTOLINI DENIS NON PERVENUTA
SCARMAGNANI LUCA NON PERVENUTA

domenica 15 aprile 2012

Riunione del 12 aprile

SEDE PEDALO'


SI FESTEGGIANO LE CADUTE
E IL COMPLEANNO DEL NONNO

sabato 14 aprile 2012

Udace-Acsi/CNC... non c'é speranza!!!

-COMUNICATO N.7 DEL 12 APRILE 2012 - CONSULTA NAZIONALE DEL CICLISMO
La Consulta Nazionale del Ciclismo presa visione del  firmata dal Presidente ACSI Viti e dal Presidente UDACE Barberis cosi come della Nota del Vice Presidente Negri dell’UDACE pubblicata sul sito dell’UDACE evidenzia le seguenti circostanze: l’ACSI, Ente di Promozione Sportiva riconosciuta dal CONI, in contrasto con le norme del CONI stesso, sta di fatto effettuando un’affiliazione di secondo livello in quanto esso stesso dichiara che vi sono gare programmate dal circuito UDACE che saranno effettive del ciclismo ACSI, che vi saranno gare riservate ai tesserati ACSI e gare riservate a tesserati UDACE , così come affermato nella nota del Vice Presidente UDACE Negri che aggiunge inoltre di non tener in alcun conto le indicazioni del CONI . Attività ACSI ed UDACE in modo evidente coesistono e la prima non assorbe la seconda.
Pertanto l’UDACE potrà aprire e chiudere le proprie gare, senza dover rispettare qualsiasi accordo, per i propri tesserati UDACE (vedere sempre nota del Vice Presidente Negri) ed essi potranno però partecipare alle gare della Consulta in quanto disporranno anche della tessera ACSI, non garantendo pertanto la reciprocità della partecipazione richiesta dal Regolamento della Consulta. Tale comportamento dell’UDACE è già stato sperimentato in passato ed ora viene programmaticamente annunciato.
La tessera ACSI inviata alla Consulta in fac simile non riporta l’indicazione ciclismo e pertanto non garantisce agli organizzatori che chi la presenta sia tesserato all’ACSI effettivamente per il ciclismo, con le coperture assicurative proprie di chi pratica il ciclismo e non altre discipline. Per quanto riguarda la polizza assicurativa la nota congiunta sopraindicata afferma che per l’attività ACSI la polizza sarà quella della Milano Assicurazioni a suo tempo stipulata dall’UDACE. Tale polizza UDACE riporta le coperture (all’epoca ritenute valide dalla Consulta stessa) per i tesserati UDACE, non per i tesserati ACSI. La Consulta (che ha sempre richiesto a tutti di acquisire le polizze) non dispone di alcun documento che indichi in modo valido che essa copre i tesserati ACSI. La Consulta ha indicato non oltre il 9 aprile il termine per la regolarizzazione e non il 21 aprile.
Per quanto sopra richiamato la Consulta ritiene che non vi siano le garanzie per ammettere alle gare i tesserati UDACE ed i tesserati ACSI , quest’ultimi perché non è accertata la loro copertura assicurativa.

mercoledì 11 aprile 2012

G.F. Garda/Paola Pezzo

Ecco i ns. atleti iscritti per la manifestazione ma,visto il meteo previsto, qualche dubbio sorge sulla presenza in griglia di tutti e 5!!!

Pedali di Primavera

E' con grande piacere che pubblico e segnalo questo evento indicatomi da Ivan il Magnifico:

giovedì 5 aprile 2012

Pasqua 2012

IL PEDALO' CLUB 
AUGURA BUONA PASQUA
A TUTTI

mercoledì 4 aprile 2012

Sympatex Bike Festival Garda Trentino


Tradizionale apertura di stagione per i mountain biker sul lago di Garda dal 28 aprile al 1 ° maggio 2012 a Riva del Garda Mountain Bike Festival con la BIKE Rocky Mountain Marathon powered by Vaude.
Da 19 anni il Sympatex BIKE Festival di Riva del Garda attira un numero sempre più crescente di appassionati della mountain bike provenienti da tutta Europa. Molti bikers nell´arco
dell´anno tornano a Riva anche dopo l'evento, al momento che questo paradiso sul lago di Garda è una delle regioni montuose più amate d'Europa. Quest'anno, durante i quattro giorni del festival, sono attesi di nuovo oltre 20.000 visitatori. L´intenso programma si rivolge a tutti i bikers di tutte le età, siano essi principianti o professionisti, con una vasta gamma di interessanti opportunità per praticare questo sport.
Oltre alle varie discipline della mountain bike rappresentate a Riva, il Sympatex BIKE Festival Garda Trentino serve soprattutto al dialogo aperto e diretto tra industria e mountain biker. Non capita raramente che produttori del settore MTB possano festeggiare a Riva il loro debutto mostrando in anteprima i loro articoli ad un vasto pubblico. Ma a Riva non dovrete solo stupirvi. Quello che conta al Sympatex BIKE Festival Garda Trentino è soprattutto il partecipare. Molti espositori presenteranno le loro ultime novità, come ruote, abbigliamento o accessori che potranno essere testati gratuitamente.
Grande highlight di quest´anno sarà la BIKE Rocky Mountain Marathon powered by Vaude nella giornata di domenica 29 aprile. Si aspettano di nuovo oltre 2.000 partecipanti che potranno scegliere tra 4 diverse distanze (tra 27-105 km / 600-3.561 metri di dislivello). Per molti la Marathon di Riva è una delle più belle d'Europa. Ogni anno al cancelletto di partenza si presentano numerosi professionisti provenienti da tutto il mondo: anche per loro la maratona è una delle prime dure sfide della stagione. Con la Rocky Mountain Marathon parte anche la "Syncros MarathonMan Series 2012", il più grande circuito di MTB Marathon d'Europa.
Nel programma del BIKE-Festival 2012 anche una gara 4X, lo "Scott Nightsprint", il Dirt-Contest „King of Dirt powered by Saalbach Hinterglemm“, come anche lo „Specialized Enduro Ride powered by Shimano“ e la gara dei giovani, la „Scott Junior Trophy powered by Milka“. La vera novità 2012 è la "Milka Bella Riva Team Cup powered by Shimano", una specie di gara sprint aperta a tutti che attraversa il centro storico di Riva.